Le caratteristiche fisiche dell’aiutate di Sinterklaas, Zwarte Piet, devono essere stabilite per legge, questo secondo il portavoce del PVV media e cultura Martin Bosma.

In una dura intervista al quotidiano AD, Bosma ha dichiarato che la proposta di legge è parte di una più ampia offensiva per salvaguardare “l’identità della nazionalità olandese” che dice essere “sotto attacco”. Bosma discuterà la bozza di legge in Parlamento Giovedì, ha detto l’AD.

La discussione su Zwarte Piet è ricorrente in Olanda. L’aiutante di Sinterklaas è una figura controversa per il modo in cui viene tradizionalmente rappresentata, ovvero come persone bianche con la faccia dipinta di nero.

Bosma inserisce la discussione su Zwarte Piet nel contesto di un generale attacco alla storia e alla cultura olandese, ma è facile collegarlo “alle pretese della minoranza musulmana” che, secondo Bosma, sta forzando le regole della maggioranza.

“L’immigrazione e l’identità sono state a lungo considerate come temi non seri nei dibattiti elettorali (…). Ho sentito persone dire: i miei bambini devono imparare bene l’Inglese perché potrebbero dover immigrare. E noi accettiamo che questo pensiero prenda piede”, ha detto Bosma al giornale.

L’ideologo del PVV, che ha negato di essere razzista, ha detto che “non sa” se la crisi dei rifugiati stia incrementando la paura delle persone. In ogni caso, il “multikul”, una parola dispregiativa per indicare il multiculturalismo sta diventando sempre più una problematica, ha detto Bosma.