Il supporto per il tradizionale aiutante di Santa Klaus, Zwarte Piet, rappresentato in blackface sta calando tra il pubblico olandese. Il dato esce da un sondaggio per il quale sono state intervistate circa 2300 persone dal gruppo di ricerca I&O. Quattro anni fa, il 65% degli olandesi voleva che Zwarte Piet continuasse a essere rappresentato nella sua forma tradizionale. Quest’anno, è solo il 39% a chiedere ciò, riporta NOS.

Secondo i ricercatori, un grande cambiamento di mentalità tra gli olandesi più anziani, è avvenuto solo negli ultimi anni. Nel 2018, il 62% delle persone over 65 erano in favore di Zwarte Piet: ora, solo il 44% lo è. L’appoggio è sceso anche tra le persone sopra i 50 anni.

Nel passato, le persone che si schieravano contro la rappresentazione razzista dell’aiutante di Babbo Natale, erano principalmente quelle più istruite. Adesso, però, le cose sono cambiate: 2/3 delle persone con un livello di istruzione basso, non accettano più Zwarte Piet blackface.

Un sondaggio fatto da Volkskrant in 300 scuole primarie del paese, ha mostrato come, nella maggior parte delle scuole (88%, il 54% in più dall’anno scorso), sarà vietata la rappresentazione di colore di Piet durante le celebrazioni natalizie.

I ricercatori dell’I&O hanno chiesto agli intervistati anche il loro schieramento politico. Ne è risultato che la maggior parte degli elettori di PVV e FvD, partiti di destra estrema, sono in favore della blackface. Al contrario, coloro che votano partiti di sinistra, si oppongono. I due partiti cristiani, SGP e ChristenUnie, si dividono sull’argomento: i primi sono contro, mentre i secondi si schierano pro.

I ricercatori, infine, hanno chiesto alle persone intervistate come pensano di passare il Natale, visto che c’è il Covid. Più del 40% hanno dichiarato che festeggeranno SinterKlass questo weekend, ma con feste in piccola scala.