CULTURE

CULTURE

Zuid Holland, la definizione “Età dell’oro” non sparirà dai musei

I musei della regione Zuid Holland non sembrano interessati a modificare la definizione di età dell’oro (Gouden Eeuw) come fatto dall’Amsterdam Museum.

“Penso sia una buona discussione, ma rimuovere la definizione ‘Età dell’oro’ credo sia eccessivamente ‘politically correct’, afferma il direttore Tjeerd Vrij dell’Haags Historisch Museum.

La discussione è stata avviata giovedì dall’Amsterdam Museum perchè ‘Età dell’oro” non terrebbe in considerazione gli aspetti negativi del colonialismo e della schiavitù.

Museum De Lakenhal a Leiden usa la definizione Gouden Eeuw solo per mostre d’arte; secondo il museo, infatti, l’espressione è stata coniata da un libro di Conrad Busken Huet e riguarda principalmente il periodo importante della pittura olandese.

L’istituzione museale ha preferito, in questo modo, separare il XVII secolo culturale da quello più strettamente politico (e controverso).

La mostra Glans, glorie en misère De Gouden Eeuw in Den Haag può ora essere visitata nel Museo storico dell’Aia. Il titolo non è cambiato. “Il punto è che non dovresti mai far luce sulla storia di un gruppo dominante”, afferma polemico il curatore. Definisce il suo museo un precursore della discussione sull’inclusività attualmente in corso. ‘Pensa alla nostra mostra sui servitori africani di corte: nessuno ha mai guardato queste persone, abbiamo acceso i riflettori su di loro e ne abbiamo persino rintracciato i discendenti “. Questo è il lavoro di un museo, dice.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli