Un commerciante 23enne è stato arrestato ieri. Dal 2018 ha speso più di 1 milione di euro in contanti per orologi di lusso. Si sospetta che gli acquirenti abbiano pagato la merce cash, soldi probabilmente provenienti da fonti criminali. L’uomo è stato accusato di aver violato la legge sul riciclaggio di denaro e sulla prevenzione del finanziamento del terrorismo (Wwft).

Il FIOD  (Fiscal Intelligence and investigation Service) ha perquisito due case, una ad Amsterdam e l’altra all’Aia, e una stanza d’albergo. Tutti i file cartacei trovati sono stati sequestrati.

L’indagine è stata avviata dopo che diversi gioiellieri, istituzioni finanziarie e un contabile hanno segnalato transazioni insolite. Il sospettato è un commerciante di orologi professionista. Indagato per riciclaggio di denaro dopo aver ricevuto diversi pagamenti in contanti per orologi di lusso. I pagamenti sono stati effettuati “con denaro proveniente da fonti criminali” riferisce il FIOD. Il commerciante avrebbe dovuto anche dichiarare al fisco i pagamenti dei suoi clienti superiori a 10.000 euro. Ma non sono state segnalate transazioni insolite da parte dell’uomo.

Il FIOD ora sta indagando sull’origine del denaro. “Acquistando beni con denaro ottenuto attraverso il crimine o investendolo, i guadagni criminali vengono riciclati. Ai criminali piace spendere i soldi che hanno guadagnato attraverso attività  illecite ”, spiega un portavoce del FIOD. L’ispettorato ha anche osservato che aiutare qualcun altro a riciclare denaro sporco è un reato punibile.

Dal 2018 le transazioni sospetti sono aumentate nei Pesi Bassi, motivo per il quale le autorità olandesi ora prestano più attenzione nell’individuazione dei reati.