Una donna di 44 anni di Terneuzen è stata condannata a 10 anni di carcere per aver collaborato attivamente ad abusi sessuali delle sue due figlie e di un’amica da parte del suo compagno. Lo ha deciso oggi il tribunale di Middelburg. Oltre alla pena detentiva, dovrà pagare alle figlie un risarcimento di 175.000 euro, dice NOS.

Secondo il giudice, Tanja D. era a conoscenza degli abusi e ha favorito la circostanza, ad esempio somministrando sonniferi o GHB alle ragazze. Come madre era “colei che avrebbe dovuto proteggere le figlie”, per questo il giudice ha voluto una pena molto pesante . Una delle figlie sarebbe stata costretta a fare sesso con altri uomini in locali per scambisti e parcheggi.

Pascal F. era già stato condannato per abusi nel dicembre dello scorso anno. È stato condannato a otto anni di carcere e trattamento sanitario obbligatorio. L’uomo presenterà appello.

La ventunenne Ramona Dobbelaar di Terneuzen è stata vittima di Tanja D. e Pascal P.: era amica della figlia maggiore della famiglia e i genitori delle due giovani vittime di violenze hanno abusato anche di lei. Per tutto il tempo non ha detto niente ai suoi genitori. “Non mi era permesso dire nulla, altrimenti sarebbe successo qualcosa”.

Dopo anni di silenzio, un tentato suicidio e la corsa in ospedale hanno aperto la porta su questa terribile vicenda.