Due membri del Consiglio provinciale dello Zeeland Joyce Bommer e Cees van Ruiten, iscritti al partito laburista (Pvda), hanno rassegnato le dimissioni.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Volkskrant, tale gesto è stato adottato in segno di protesta contro la maniera in cui il partito di cui fanno parte ha reagito alle dichiarazioni a favore di Erdogan mosse da uno dei suoi membri, Bayram Erbisim.

Quest’ultimo è consigliere comunale del Pvda a Terneuzen e lo scorso mese ha giustificato la risposta del Presidente turco, Tayyip Erdogan, al fallito tentativo di colpo di stato avvenuto nel Paese lo scorso luglio.

Egli ha inoltre segnalato che, se fosse in Turchia, voterebbe per il partito del Presidente in questione, il quale avrebbe garantito un forte sviluppo negli ultimi anni. Queste asserzioni, secondo Bommer e Van Ruiten, cancellano le violenze nel Paese a danno di chi in qualche modo è stato ritenuto colpevole di aver ordito a danno dello stato.

La mancata reazione del PvdA a tutto ciò, ha convinto i due consiglieri a lasciare il partito. Stando a quanto da loro segnalato, il gruppo provinciale avrebbe rifiutato di mettere in agenda qualsiasi decisione in merito al provvedimento da attuare nei loro confronti.

Le dimissioni dei due consiglieri provocano l’uscita del PvdA dal Consiglio Comunale di Kapelle.
Tre settimane fa il Consigliere Ilhan Tekir del partito GroenLinks è stato cacciato dal gruppo per dichiarazioni di simile tenore.