NL

NL

Wilhelmus fuori dai programmi scolastici, il governo pensa di stralciare l’inno nazionale obbligatorio

Era il pallino dell’ex leader del CDA Buma e un punto centrale nell’accordo di coalizione, ma nei prossimi anni i bambini olandesi non dovranno imparare l’inno nazionale a scuola. Il Wilhelmus non è incluso nel futuro curriculum nelle scuole primarie e secondarie, varie fonti hanno detto a NOS.

Un comitato di circa 150 insegnanti e presidi, che hanno trascorso due anni a studiare nuovi piani per le lezioni non vede nulla nell’idea. “Cantare troppo l’inno nazionale limita l’apprendimento di ogni sorta di altri importanti valori olandesi”, afferma la professoressa Chantal Alkemade, membro del gruppo di lavoro sulla cittadinanza.

Il ministro della pubblica istruzione Slob pensava che questo comitato, avrebbe modellato questo il piano seguendo l’accordo di coalizione che prevedeva l’obbligo di insegnare l’inno nazionale a scuola.

Nel 2018 è stato chiesto al comitato di elaborare piani per l’adeguamento del curriculum, materia obbligatoria per tutti gli studenti olandesi. La domanda sul Wilhelmus era inclusa.

Giovedì prossimo, curriculum.nu presenterà la sua raccomandazione finale a L’Aia. Il cosidetto “team di sviluppo” ha scelto di non includere il Wilhelmus. “È una concezione di cittadinanza troppo rigorosa”, afferma Alkemade, insegnante presso una scuola VMBO di Amsterdam. “La cittadinanza riguarda, tra l’altro, la democrazia, lo sviluppo della propria identità, la globalizzazione e il funzionamento dello stato di diritto”.

L’importanza dei “simboli nazionali” è sottolineata nel testo. Esempi di questi simboli nazionali non sono menzionati, ma sono ad esempio il Bevrijdingsdag, il Giorno della Memoria, il Koningdag, il ma anche il festival Ketikoti, la commemorazione annuale dell’abolizione della schiavitù in Suriname e nelle Antille olandesi.

“Gli insegnanti di una scuola di Amsterdam potrebbero preferire lavorare con Ketikoti, mentre una scuola riformata di più con l’inno nazionale”, afferma Alkemade.

Curriculum.nu vuole che gli insegnanti abbiano la libertà di decidere autonomamente come insegneranno esattamente ai loro studenti il ​​nuovo materiale didattico proposto. “Descriviamo ciò che deve essere appreso, le scuole decidono come farlo.”

I partiti della coalizione VVD, CDA e D66 non vogliono ancora dire cosa accadrà ora che il Wilhelmus non è nei piani di studio. Ma il CDA, i cristiano-democratici non mollano: l’inno nazionale deve essere obbligatorio.

SHARE

Altri articoli