Le persone che costituiscono una potenziale minaccia per la sicurezza nazionale dovrebbero essere arrestate, anche se ci sono poche prove contro di loro, dice il leader PVV Geert Wilders al Telegraaf.

Wilders presenterà martedì un disegno di legge che consentirà ai funzionari di tenere agli arresti persone potenzialmente pericolose anche senza processo. Il disegno di legge darebbe al servizio di sicurezza AIVD il potere di arrestare le persone dalle strade e metterle in prigione, se il ministero degli affari interni dà il permesso.

I giudici avrebbero allora una settimana per verificare le modalità dell’arresto ma non sarebbe in grado di esaminare le prove contro il sospetto. “È come ricordare le vittime degli attacchi in Europa su base settimanale”, ha dichiarato Wilders.

“Sappiamo quasi sempre che i responsabili erano noti ai servizi di sicurezza. Voglio che l’AIVD sia in grado di intervenire in via precauzionale.” Secondo Wilders, la prigione preventiva potrebbe sbloccare risorse per i servizi segreti.

Eduard Nazarski, direttore di Amnesty International Nederland, ha descritto la proposta di Wilders come un “attacco frontale allo stato di diritto”. “Non permetteremo che le nostre libertà siano portate via”, ha detto all’emittente NOS. “Non dai terroristi che vogliono distruggere la nostra società con violenza e non da politici che vogliono limitare i nostri diritti“.