Wilders (anonimo), segue su Twitter Paperino e la pornodiva Kim Holland

Cosa pensa un personaggio pubblico da privato cittadino? Quali sono le sue passioni e quali gli hobby, a parte la vetrina un po’ pilotata (dagli uffici stampa) sui profili pubblici? Molti di loro hanno account Twitter “in incognito” e RTL sostiene di aver individuato quello da utente comune di Geert Wilders, dove il leader del PVV, almeno cosi dice il sito di RTL, lontano dalla “loquacitá” internautica del suo account ufficiale da 662mila followers (e dal quale non segue nessuno) si limiterebbe nella sua versione (non piú tanto) anonima a retwittare, seguito appena da una manciata di followers. Cosa, invece, segue lui? Paperino, decine di account israeliani (è nota l’ossessione di Wilders per Israele) la squadra di calcio del Venlo e l’icona del porno olandese Kim Holland. Il fatto curioso è come lo staff di RTL abbia individuato l'”altro Geert”: un tweet di esultanza per la vetta raggiunta dal PVV nei sondaggi è partito dall’account anonimo pochi minuti prima che fosse inviato dal suo pubblico:

Di lì, la scoperta dell’emittente e l’ammissione di Wilders che ha detto di usare un secondo account per comunicare con KLM tenendo cosi in incognito i suoi spostamenti. Non sappiamo Paperino ma nonostante il leader del PVV, sostenga di aver aggiunto Kim Holland per “errore” la pornodiva sembra aver gradito l’interesse per la sua pagina.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli