I monaci dell’abbazia belga Saint Sixtus si sono infuriati con la catena olandese di supermercati Jan Linders. Le birre prodotte artigianalmente dall’ordine sono state messe in commercio senza alcun permesso.

Giovedì, Jan Linders ha venduto circa 300 casse da 24 bottiglie per €9.95 l’una. La birra di Westelveen viene solitamente venduta presso l’abbazia per un centesimo di quel prezzo. Solo i privati possono acquistarla per consumo personale e non certo per commercializzarla.

“Siamo venuti a conoscenza della notizia attraverso i media e ne siamo rimasti scioccati” racconta un portavoce dell’abbazia all’emittente belga VRT. “Ci dispiace che sia accaduto, non è in linea con i valori e la visione dell’ordine

In risposta un portavoce del supermercato ha dichiarato al De Limburger che Jan Linders avrebbe ottenuto il permesso dall’abbazia per mettere in commercio le birre. “Siamo riusciti ad acquisire le birre di Westelveen grazie ai nostri partners” racconta Gineke Wilms. Non ha specificato al giornale chi fossero questi “partners”, ma ha sottolineato che il supermercato considera un privilegio poter vedere un simile prodotto.