Rabobank ha deciso di non finanziare progetti per l’estrazione di gas naturale nel mare di Wadden. Lo ha comunicato Venerdi, l’ufficio stampa dell’istituto bancaro. ‘Il mare di Wadden è patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2009,’ ha scritto la banca in un comunicato. ‘

Nonostante questo, diverse aziende hanno presentato domande per ottenere una licenza di trivellazione alla ricerca di gas.’ L’anno scorso, quattro società hanno presentato richiesta formale per una licenza e questa decisione, ha portato la Wadden Vereniging, associazione per la tutela dell’ambiente nell’area,  a chiedere agli investitori di non partecipare.

Prima risposta da Rabobank: la banca ha detto che finanzierà progetti in ambienti tutelati solo se è comprovata l’assenza di rischi per l’ambiente. In particolare, ‘la perforazione potrebbe causare cedimento del fondo del mare in una zona già colpita da un aumento del livello medio, a causa del cambiamento climatico’, ha detto la banca.

Il direttore di Wadden Vereniging, Arjan Berkhuysen ha scritto sul sito dell’associazione: ‘Speriamo che altre banche e fondi pensione ne seguano l’esempio.”