Una corte in Amsterdam ha dichiarato il gruppo Volkswagen colpevole di avere installato un software nei veicoli a diesel per far figurare emissioni ridotte rispetto alla quantità reale emessa dal veicolo. Il produttore di automobili deve ora risarcire coloro che hanno acquistato questo tipo di veicoli. In altri paesi i proprietari truffati sono già stati risarciti.

In Olanda, chiunque abbia comprato una nuova Volkswagen, Audi, SEAT o Skoda in cui questo software è installato, ha diritto ad una compensazione di 3000 euro, 1500 se la macchina è usata. Secondo la Fondazione Car Claim, ci sono 170 mila persone in Olanda vittime di questo scandalo.

“Hanno venduto un prodotto che non aveva i requisiti” dice Guido van Woerkom della Fondazione Car Claim. L’organizzazione ha portato il caso in tribunale e Van Woerkom si dice molto soddisfatto del verdetto.

Nel 2015 è stato scoperto il fatto che Volkswagen abbia manipolato l’emissioni dei test auto con l’aiuto del software. Il programma era in grado di riconoscere se la macchina era testata in una laboratorio oppure in strada. Le emissioni prodotte erano più alte rispetto a quelle che risultavano durante i test.