NL

NL

Vogliamo il call centre ING in Frisone: la banca cede dopo pressioni

La ING ha deciso di permettere ai suoi dipendenti di parlare frisone con i clienti dopo un incontro con la provincia. Questa decisione è stata presa in seguito alla controversia generata dal divieto di parlare la seconda lingua ufficiale nei Paesi Bassi nei call center dell’azienda, annunciato a febbraio, dice NOS.

La protesta dei frisoni è stata sostenuta da atti simbolici come l’innalzamento della bandiera frisone davanti alla sede centrale di ING ad Amsterdam e chiamate di protesta in frisone. La banca ha deciso di rivedere la sua politica linguistica in risposta alle preoccupazioni dei clienti frisoni e ora permette ai dipendenti che parlano frisone di utilizzare tale lingua durante le chiamate.

Tuttavia, questa opzione è vincolata alla competenza linguistica del dipendente e non costituisce un diritto per il cliente.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli