Il coronavirus continua a mietere vittime negli allevamenti di visoni olandesi. Infatti il virus, dopo i casi di aprile è stato trovato in altri due allevamenti nei Paesi Bassi, portando il totale a 29. Anche i visoni delle due fattorie interessate – 18.000 femmine adulte più la prole – verranno soppressi, ha detto il ministero dell’agricoltura Carola Schouten. Le infezioni sono venute alla luce in seguito a test di routine.

Dopo i primi casi di Covid-19 negli allevamenti di visoni sono state introdotte nuove norme igieniche e test più rigorosi. Più di un milione di animali sono stati uccisi da quando il virus è apparso per la prima volta in una fattoria nel Noord-Brabant. É stato deciso che l’allevamento di visoni nei Paesi Bassi verrà gradualmente eliminato entro il 2024, ma il governo ha respinto le recenti richieste dei parlamentari per accelerare il processo. Tuttavia, il mese scorso, esperti del governo hanno affermato che tutti gli oltre 120 allevamenti di visoni del paese dovrebbero essere ripuliti dagli animali se ci sono ulteriori infezioni entro metà agosto, nonostante gli standard igienici più severi. Non è ancora chiaro se il ministro sia disposto a seguire quel consiglio.