Diederik Gommers, esperto di terapia intensiva ritiene che il primo ministro uscente Mark Rutte e il ministro delle cure Hugo de Jonge avrebbero dovuto scusarsi venerdì sera. “Non capisco perché Rutte e De Jonge non si siano semplicemente scusati con la stampa”, scrive Gommers su Instagram.

Secondo Gommers, era logico che l’alto numero di infezioni dopo il rilassamento non fosse previsto nei modelli RIVM. “Il nostro ‘vecchio’ comportamento non è stato preso in considerazione a causa delle dichiarazioni troppo positive del governo e dei test di accesso che non erano in ordine”.

Il medico esperto di terapia intensiva non può ancora dire con certezza se dovremmo essere preoccupati per una “quarta ondata” di contagi. “In questo momento non lo sappiamo”, scrive. “Sembrava tutto così bello a fine giugno, perché i ricoveri ospedalieri e IC con i pazienti Covid sono crollati”.

Tuttavia, la variante delta si diffonde molto più facilmente e le persone non vaccinate sono più suscettibili e si ammalano, afferma Gommers. Il medico sottolinea che con un virus più aggressivo bastano meno persone perché i reparti di terapia intensiva IC trabocchino di nuovo. “Bastano 1000 pazienti gravemente malati per far traboccare di nuovo le unità di terapia intensiva. Speriamo di arrivare in tempo .”