NL

NL

Vietare in NL le società di comodo?

Potrebbero esserci così tante cose che non vanno nel settore delle società fiduciarie, le note “caselle postali”, società di comodo molto utilizzate per operazioni di elusione e riciclaggio che si dovrebbe indagare se questo servizio debba essere vietato del tutto nei Paesi Bassi. Lo scriveva ad agosto il ministro delle Finanze Hoekstra in una lettera alla Kamer, dice Het Financieele Dagblad.

La lettera era stata inviata a luglio ma è sfuggita ai radar.  Hoekstra ha inviato la lettera dopo che l’agenzia di ricerca SEO ha condotto un’indagine sui servizi fiduciari illegali nei Paesi Bassi

Un ufficio fiduciario offre vari servizi finanziari per le aziende. Ad esempio, può occuparsi dell’amministrazione, ma anche fornire un indirizzo “cassetta delle lettere” ad un’azienda e può offrire agevolazioni fiscali per la quale fornisce i servizi.

Un ufficio ha bisogno di una licenza per operare nei Paesi Bassi. Dall’inizio del 2019, le regole per gli uffici fiduciari sono state inasprite e la vigilanza è diventata più severa. Da allora, sono state rilasciate sempre meno licenze per agenzie e i regolatori hanno intravisto più segni di servizi illegali, ha detto SEO.

Tra l’altro, l’agenzia ha stimato le dimensioni del “settore fiduciario potenzialmente illegale”: quasi 1 operatore su 3 che fornisce servizi fiduciari lo fa senza una licenza. In realtà, la stima potrebbe essere inferiore perché alcuni operatori si trovano in una zona grigia ma la situazione è comunuqe poco chiara, dice NOS.

“Queste stime mostrano che la possibile quota di illegalità nel settore fiduciario è sostanziale”, ha affermato Hoekstra nella sua lettera. “Lo trovo preoccupante perché queste parti cercano attivamente di rimanere fuori dal quadro delle autorità di vigilanza, i rischi per l’integrità del sistema finanziario aumentano di conseguenza e c’è concorrenza sleale con le parti autorizzate e controllate”.

Il ministro cita anche “problemi del passato”. Ad esempio, gli uffici fiduciari olandesi sono stati coinvolti in diversi scandali di elusione fiscale, e riciclaggio di denaro, come è emerso dopo le rivelazioni dei Panama Papers.

Secondo il ministro, sono proprio queste brutte esperienze, ma anche le esperienze del regolatore e le stime dello studio SEO, a sollevare la questione “se l’integrità dei servizi fiduciari possa essere sufficientemente garantita”.

 

SHARE

Altri articoli