Author pic: Geert Budenaerts Source: Wikipedia License: Attribution 3.0 Unported

“La pandemia ha mostrato che è la cooperazione tra i governi, e non la concorrenza, ad essere virtuosa”, ha dichiarato il vicepremier del Belgio Alexander De Croo (Open Vld) in un’intervista trasmessa online sabato sera da La Dernière Heure.

Secondo il vicepremier, “l’idea di una federalizzazione comincia a ritornare di moda nelle Fiandre”. Tuttavia, centralizzare lo stato belga non è un’opera semplice. “Soprattutto nella sanità, la situazione è troppo complicata. I problemi di gestione sono troppo grandi. Stessa cosa vale per la mobilità e le comunicazioni” 

“Finora, il Belgio ha conosciuto la logica della concorrenza tra le regioni, la volontà di accrescere le loro competenze e di isolarsi nei rapporti interregionali. La divisione tra regioni ha ormai mostrato i suoi limiti”, ha detto il ministro delle finanze, che si dice aperto ad una riforma istituzionale. 

“Merita una riflessione, poiché lo stato non può riorganizzarsi nel giro di una sola notte di negoziati con il rischio di ottenere il classico accordo “alla belga”. Invito tutti a venire con le proprie idee, in modo da poter ridiscuterne alle elezioni del 2024” ha concluso Alexander De Croo.