Diego Delso, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Turisti nel limbo perché il Belgio non decide regole di viaggio più rigide per il Portogallo, è questa la denuncia di molti vacanzieri in attesa di sapere se potranno andare, oppure no, nel paese lusitano.

Non c’è ancora chiarezza su regole di viaggio più severe per il Portogallo, che sta vedendo una crescente circolazione della variante delta più infettiva – una decisione che dovrebbe essere presa da un comitato consultivo ma non è ancora chiaro quando ciò avverrà, riferisce VRT.

Giovedì, il ministro federale della sanità pubblica Frank Vandenbroucke ha proposto di implementare regole più rigorose per i viaggiatori di ritorno dal paese, che vedrebbero quelli non ancora completamente vaccinati fare due test e possibilmente andare in quarantena obbligatoria.

La proposta è stata discussa, ma le diverse regioni del Belgio non sono riuscite a raggiungere un accordo, causando incertezza generalizzata: “Se non decidiamo presto, sarà inutile”, ha detto, aggiungendo che la sua proposta ha il sostegno degli esperti nei gruppi consultivi.

Attualmente, il Portogallo è colorato di arancione sulla mappa di viaggio del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), il che significa che con un certificato Covid, i viaggiatori possono tornare senza dover fare il test e/o andare in quarantena.

Tuttavia, poiché il numero di infezioni nel paese è recentemente aumentato notevolmente a causa della variante delta, Vandenbroucke sta cercando di cambiarlo, per paura che i viaggiatori belgi riportino la variante a casa: “Pensaci due volte se vai in Portogallo. Non andare lì se non sei completamente vaccinato”, ha detto. “Questo è un consiglio che do a chiunque sia preoccupato per la propria salute e quella degli altri. Ci sono di nuovo misure restrittive. Non è un paese in cui vorrei viaggiare”.