I tour operator Corendon e TUI hanno ricevuto molte prenotazioni per viaggi a Curaçao a partire da ieri, cioè da quando il governo ha sconsigliato viaggi fino a metà gennaio probabilmente perchè i Caraibi olandesi sono esclusi dagli avvisi, dice NOS.

“Abbiamo visto molte prenotazioni per Curaçao subito dopo la conferenza stampa”, ha detto un portavoce di Corendon all’agenzia di stampa ANP. TUI ha anche notato che c’è “più interesse” rispetto ai tempi recenti, dice NOS.

A  Curaçao si applica codice giallo, quindi via libera, mentre ad altre isole del Regno – Bonaire e Aruba- il codice è arancione, quindi si sconsiglia di viaggiare verso quelle destinazioni.