Secondo quanto riportato dal Volkskrant, la decisione presa nel in consiglio comunale lo scorso lunedì 12 settembre, prevede l’avvio di una collaborazione tra il Comune di Amsterdam ed il governo olandese per far luce sulle modalità con le quali il governo turco sta influenzando la comunità turco-olandese presente in città.

La discussione riguardava l’esodo degli studenti dalle scuole elementari Witte Tulp e Cosmicus Impuls. Secondo la Gulen-list, entrambe avrebbero legami con il gruppo turco di Fetullah Gullen, acerrimo nemico del Presidente in carica Recep Tayyip Erdogan ed accusato di essere la mente del fallito colpo di Stato nel Paese lo scorso luglio.
In totale è salito a 200 il numero di bambini tolti dalle due scuole in questione.