Donald Trung, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

I partiti in parlamento sono critici nei confronti dell’apertura parziale di grandi catene come Wibra, HEMA e Action. Secondo GroenLinks e PvdA, il fatto che i piccoli rivenditori debbano chiudere è un segnale sbagliato.

Secondo il leader del GroenLinks, Jesse Klaver,  il piccolo negoziante è la vittima. “Questo è l’esatto opposto della solidarietà che è assolutamente necessaria durante questo lockdown”.

Le catene Hema, Action e Wibra hanno deciso di riaprire, nonostante il lockdown, approfittando della confusione sul concetto di “essenziale, non essenziale”. Nello specifico, Action ha garantito al ministero di aver reso disponibili solo beni alimentari e prodotti per la casa, “coprendo” tutto il resto. Stessa politica è stata adottata da Hema e da Wibra.