Il giudice ha condannato un Rotterdammer di 23 anni per aver venduto false dichiarazioni Covid, racconta Rijnmond. Il tribunale gli ha inflitto il servizio comunitario per 60 ore. L’uomo ha messo in vendita i moduli su Internet a dieci euro e gli acquirenti, che non erano stati testati, potevano quindi esibire un certificato “negativo” al tampone.

Al 23enne ha detto bene due volte ma alla terza, si è imbattuto in un acquirente-agente di polizia. Il Rotterdammer ha confessato immediatamente, dice la politie.

Oltre all’affidamento ai servizi sociali, l’uomo è stato condannato a due settimane di carcere con sospensione della pena. 

Il giudice di Rotterdam ha affermato nella sentenza che non si trattava di un caso normale. Suggerendo un test negativo, la salute pubblica è in pericolo, ha detto il giudice.