I membri della D66 vogliono che il limite di velocità sulle autostrade scenda a 90 chilometri all’ora. Lo ha deciso un’assemblea del partito a maggioranza durante il congresso a Breda della scorsa settimana. 

La proposta proviene dalla sezione giovanile del partito che ritiene  una riduzione sostanziale del limite di velocità sia l’unica opzione possibile per ridurre le emissioni di CO2 e combattere l’inquinamento atmosferico e acustico. Secondo i D66 anche il flusso del traffico e la sicurezza stradale ne trarrebbero beneficio.

Ma i vertici della formazione liberale hanno accolto con freddezza il voto della base:  Rob Jetten, segretario D66, ha affermato che la proposta è piuttosto radicale. Anche il gruppo parlamentare è contrario, mentre la base sostiene questa proposta.

Il gabinetto dovrebbe presentare misure per ridurre le emissioni di monossido di azoto la prossima settimana. Una riduzione della velocità massima è sul tavolo.