La società Vattenfall aumenterà le tariffe per i clienti con contratto variabile a partire dal 1° gennaio. L’azienda si dice costretta a farlo a causa dei prezzi dell’energia estremamente elevati degli ultimi mesi, a fronte dei quali sono stati acquistati gas ed elettricità per consumi futuri. La bolletta energetica anche perché l’IVA temporaneamente ridotta tornerà dal 9)% al 21% a partire dal 1 gennaio e aumenteranno i costi di gestione della rete, dice NOS.

Le nuove tariffe si applicano ai consumi superiori al tetto del prezzo  in base al quale il governo rimborsa i consumi delle famiglie che è di 1,45 euro al metro cubo per il gas fino a un consumo massimo di 1200 metri cubi e per l’elettricità a 0,40 euro al kilowattora fino a 2900 kilowattora di consumo. Per tutto ciò che finisce al di sopra, tutti pagano a prezzo di mercato.

La maggior parte dei clienti di Vattenfall, quindi, difficilmente noterà le tariffe più elevate, grazie al tetto e al sostegno finanziario del governo. I clienti che consumano di più pagheranno di più, circa 30 euro al mese. Secondo Vattenfall, si tratta di un quarto dei clienti con contratto variabile.