La Vallonia ha ottenuto un prestito di 1,1 miliardi di euro dalla Banca europea per gli investimenti (BEI) per finanziare progetti relativi all’efficienza energetica, in particolare nel settore dell’edilizia sociale e alla protezione dalle inondazioni.

Prestito record della BEI

Il prestito, che è il più grande mai concesso dalla BEI ad una singola operazione in Belgio, sosterrà la Vallonia nell’attuale crisi climatica, finanziando progetti che ottimizzeranno la sua sostenibilità e si proteggeranno dalle condizioni meteorologiche estreme causate dal riscaldamento globale.

“Il fronte attivo nella lotta contro il cambiamento climatico comporta la riduzione dell’uso di carbonio nel settore dell’edilizia sociale. Richiede anche l’adattamento e l’anticipazione di fronte al rischio di catastrofi come quelle a cui abbiamo assistito la scorsa estate, eseguendo numerosi lavori di rinforzo degli argini dei fiumi”, ha dichiarato il vicepresidente della BEI Kris Peeters.

“Forniremo i finanziamenti necessari per realizzare rapidamente questi investimenti ad alta priorità. Dobbiamo lavorare insieme per vincere la sfida del secolo e preservare il nostro pianeta per le generazioni future”.

Gli impegni della banca dovrebbero essere tradotti in accordi finanziari e firmati dai team della BEI e della Vallonia entro la fine dell’anno.

Fondi del governo vallone

Oltre al finanziamento europeo, il governo vallone darà 25 milioni di euro alle imprese di edilizia sociale, dato che le inondazioni non solo hanno provocato decine di morti e miliardi di euro di danni, ma hanno anche colpito quasi 1.500 unità edili, 231 delle quali sono state completamente distrutte e 441 gravemente danneggiate.

L’obiettivo è quello di aiutare queste aziende a trovare soluzioni di rialloggio per gli inquilini colpiti dalle inondazioni, di cui 15 milioni di euro saranno resi disponibili immediatamente, mentre il resto sarà rilasciato quando sarà necessario.

All’inizio della sua legislatura, il ministro degli alloggi vallone Christophe Colignon ha anche annunciato il piano di ristrutturazione energetica di 26.000 alloggi pubblici, un investimento di 1,2 miliardi di euro.