Georges Seguin (Okki), CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Il governo vallone ha adottato in prima lettura, venerdì scorso, un nuovo pacchetto di misure fiscali, tra le quali  il raddoppio dell’indennità concessa per l’acquisto della prima casa– da 20.000 a 40.000 euro per immobili fino a 350.000 euro – per facilitare l’accesso alla proprietà, dice RTBF. La misura dovrebbe entrare in vigore nell’estate del 2023.

Dal 2018, nel sistema di registrazione, chi acquista per la prima volta beneficia di un assegno di 20.000 euro, che rappresenta uno sconto netto di 2.500 euro per le 25.000 famiglie che ne hanno beneficiato. Il progetto preliminare di decreto prevede il raddoppio di tale detrazione, che ora ammonterà a 40.000 euro per gli immobili fino a 350.000 euro, consentendo di ottenere un effettivo vantaggio fiscale fino a 5.000 euro per le case soggette alla normale aliquota  del 12,5 %, dice il portale francofono.

Gli immobili tra 350.000 e 500.000 euro beneficeranno di un vantaggio decrescente, mentre quelli superiori a 500.000 euro manterranno l’attuale riduzione di 20.000 euro.

Per quanto riguarda l’indennità per terreni edificabili o abitazione in costruzione o in progetto, i limiti di valore saranno ridotti della metà, con un’indennità di 40.000 euro per acquisti fino a 175.000 euro e di 20.000 euro per quelli superiori a 250.000 euro.