Il Consiglio per la salute, mantiene il precedente avviso di somministrare il vaccino Covid di Pfizer e BioNTech prima agli anziani mentre il governo è orientato a dare priorità alla somministrazione ai dipendenti delle casa di cura, dice NOS.

La prima iniezione verrà effettuata l’8 gennaio e secondo il comitato  di esperti, le persone di età pari o superiore a 60 anni sono maggiormente a rischio e dovrebbero essere le prime a ricevere il vaccino: “L’efficacia è al di sopra delle aspettative negli anziani. Ecco perché il Raad consiglia di riservare quanto più possibile vaccino per questo gruppo e di iniziare la vaccinazione con gli anziani”.

Il vaccino AstraZeneca, che, secondo gli ultimi rapporti, dovrebbe arrivare per la fine del primo trimestre 2021, potrebbe offrire una soluzione a tutti gli operatori sanitari, secondo il consiglio.

Ma il ministro De Jonge rimane sul piano originale: si parte dai sanitari. Secondo il governo è più facile organizzare tutto quando gli operatori sanitari sono protetti. La prossima consegna di vaccino, spiegano, sarà riservato agli anziani.