KLM, TUI, Transavia e Corendon non vogliono prendere una decisione sulla vaccinazione obbligatoria per i viaggiatori. La compagnia australiana Qantas ha annunciato ieri che in ultima analisi vuole consentire a bordo solo i viaggiatori vaccinati.

“Il vaccino contribuirà sicuramente a ripristinare la fiducia nei viaggi. Tuttavia, è prematuro dire se debba o meno essere obbligatorio a bordo dei nostri voli”, ha detto a NH News un portavoce di KLM.

TUI e Transavia ritengono che tutti i viaggiatori che volano da e verso i paesi ad alto rischio dovrebbero essere testati. “Questo è l’unico modo per capire chi ha il Covid e chi no”, ha detto un portavoce di TUI all’emittente regionale.