Le organizzazioni sanitarie sono preoccupate per la fattibilità della data di inizio prevista per la vaccinazione nei Paesi Bassi, scrive NOS.  Actiz, organizzazione che unisce le organizzazioni sanitarie definisce “molto entusiasta e forse un po ‘prematura” l’uscita del ministro De Jong che in mattinata aveva parlato del 4 gennaio come possibile data di inizio del primo ciclo di vaccinazione per il Covid.

Scettica anche Verenso, l’associazione degli specialisti in assistenza agli anziani. Nei piani, infatti, l’intenzione è che gli anziani e gli operatori sanitari siano i primi a poter usufruire del vaccino. Ma devono esserci una serie di precondizioni prima del 4 gennaio, dice Actiz a NOS. “Non vediamo l’ora di offrire il vaccino. Ma un’amministrazione sicura e responsabile richiede un’operazione senza precedenti con precisione militare”.

Le domande alle quali, al momento, non c’è risposta sono ancora molte: come verrà conservato il vaccino? Per chi è, oppure non è, adatto? Come verrà distribuito? Tante le domande che attendono risposta dal ministro.