Secondo RIVM è “tutto finalizzato” per l’avvio dei vaccini nella settimana del 4 gennaio. Jaap van Delden, direttore del programma per la vaccinazione covid-19 di RIVM, aggiunge che è un progetto “davvero ambizioso”, dice NOS.

Priorità dovrebbe andare ai residenti delle case di cura e delle istituzioni con persone con disabilità, seguiti dagli operatori sanitari.  Secondo Van Delden, ciò non significa necessariamente che saranno anche i primi a ricevere il vaccini. “Può anche darsi che venga vaccinato prima il personale infermieristico”, dice Van Delden. 

Il vaccino Pfizer sarà probabilmente il primo disponibile nei Paesi Bassi: Van Delden afferma che l’agenzia è in attesa del disco verde dall’EMA, soprattutto a proposito degli anziani più vulnerabili.

Pfizer consegnerà circa 900.000 dosi di vaccino entro la fine di quest’anno e le istituzioni sanitarie sono impegnate nel tentativo di organizzare strutture che conservino i vaccini a -70° perché non tutti i medici di base hanno frigoriferi di questo tipo. Altri vaccini in fase di test, tuttavia, non avranno questi limiti.

Conservare il vaccino Pfizer più a lungo a una temperatura di -70 gradi ha sollevato preoccupazioni poiché non tutti i medici di base dispongono di queste strutture.

Il ministro De Jonge ha detto martedì che il vaccino è “a portata di mano” e che “se tutto va bene” la vaccinazione inizierà intorno al 4 gennaio ma le organizzazioni di sanitari hanno reagito sollevando critiche: “Bisogna stare attenti a non creare aspettative troppo alte”.