Secondo Denk, il partito olandese formato da cittadini di minoranze etniche, poster giganti che raffigurano opere di Caravaggio non dovrebbero trovare posto sulle facciate degli appartamenti di Utrecht.

Il piano per decorare gli edifici nei distretti di Overvecht e Kanaleneiland di Utrecht con riproduzioni di dipinti del Maestro italiano non è piaciuto a Denk. Secondo il partito fondato dai parlamentari di origine turca Selçuk Öztürk e Tunahan Kuzu, visto il disco verde del comune per opere che riproducono scene religiose cristiane, si chiede se d’ora in poi simboli religiosi possano essere esposti ovunque nello spazio pubblico.

Utrecht Marketing e il Centraal Museum, spiegano dal gemeente, vogliono richiamare l’attenzione sulla mostra dedicata a Caravaggio, in programma dal 16 dicembre.

Il portavoce Ronald Besemer di Utrecht Marketing, dice AD, assicura che non saranno rappresentate immagini religiose ma musicisti. Eppure non ha convinto il consigliere comunale di Denk, Mahmut Sungur che vuole sapere se il consiglio comunale ritenga appropriato che stampe con temi religiosi vengano realizzate con finanziamenti pubblici.

Il problema di Denk, dice AD, è che i residenti del quartiere non siano stati coinvolti in questa campagna organizzata dal comune. “L’abbiamo scoperto per caso: all’inizio non ci siamo resi conto che si trattasse di dipinti cristiani. Non abbiamo problemi in principio, pero’ guardate quando si tratta di aprire una scuola islamica quanto tempo ci vuole -ha proseguito il portavoce di Denk.- Se ovunque in città è permesso affiggere dipinti con temi cristiani, deve essere possibile anche condividere altre immagini religiose”.

Ma il comune la vede diversamente: la mostra di Caravaggio è la più grande mai organizzata dal Centraal Museum. L’obiettivo della promozione c’entra con l’arte, non con la religione’, tagliano corto.