Lily, 11 anni e Howick, 12, saranno espulsi in Armenia, paese d’origine della madre. È la sentenza decisa dalla corte di Utrecht lunedì.

Confermando la decisione dell’ex Ministro di Giustizia Klaas Dijkhoff di non concedere ai minorenni il permesso di residenza chiesto per “motivi umanitari temporanei”, la corte ha aperto le strade per la deportazione.

Armina Hambartsjumian, madre dei due bambini, era stata rispedita in Armenia lo scorso agosto. Per salvare i propri figli dall’espulsione li aveva nascosti. Due settimane più tardi erano stati trovati e dati in custodia all’organizzazione per i minori Nidos in attesa della nuova procedura.

Lily e Howick sono nati in Russia, ma da più di nove anni abitano nei Paesi Bassi. Tuttavia il governo non li qualifica in diritto della sanatoria per i rifugiati. Il Consiglio Olandese per la Protezione dei Minori, anzi, come ha detto a NOS, sostiene che la madre potrà prendersene cura. Potranno anche ricevere aiuti e lezioni di lingua armena dalla fondazione americana locale, dice espressamente l’Istituto.