Un giovane di 18 anni arrestato a Utrecht la scorsa settimana perchè sospettato di attività terroristica non è pericoloso, secondo il suo avvocato. Il ragazzo è un “giocatore disturbato” che si è cacciato nei guai, ha dichiarato l’avvocato Luis de Leon, a NOS.

“Stiamo parlando di un nerd impigliato nel mondo dei giochi e delle chat box. Non ha affinità con l’ISIS, non è musulmano e non è radicalizzato, non ha intenzione di fare del male“. Ha detto l’avvocato al Volkskrant. “Non parla anche l’arabo”.

Il ragazzo è stato arrestato la scorsa settimana perchè sospettato di aver diffuso propaganda dell’ISIS, ha annunciato il pubblico ministero mercoledì. Verrà trattenuto in custodia per 14 giorni durante le indagini.

“È un ragazzo vulnerabile che fa i video per il gioco Grand Theft Auto“. Nei video ha utilizzato materiale dell’ISIS, come le bandiere. “Non stava facendo propaganda per lo stato islamico. Il mio cliente sta “giocando” ma è lontano dal terrorismo”.