Un manager di un’azienda di pannelli solari nel Brabante è stato licenziato in tronco perché ha usato e offerto cocaina ed ecstasy durante eventi aziendali, racconta RTL. L’uomo è andato in tribunale per chiedere il reintegro ma senza successo.

Il 34enne,  lavora presso il grossista di pannelli solari Natec Sunergy a Den Bosch dal 2012, dice ancora il portale, ed era account manager lì e dall’anno scorso anche country manager per i Paesi Bassi. Oltre al suo stipendio mensile lordo di 6000 euro, beneficiava di un regime di partecipazione agli utili e possedeva certificati nell’azienda.

Ma le sue feste, trasformate in “festini”, non sono piaciute a tutti in azienda:  un collega ha denunciato al suo datore di lavoro il “comportamento eccessivo” del manager durante una festa e una volta convocato dai superiori ha ammesso di aver fatto uso di droghe e di averle cedute.

Il country manager ha rifiutato di accettare il licenziamento e ha chiesto il reintegro al giudice: secondo l’uomo, l’uso di droghe sarebbe diffuso e lui, sul piano lavorativo, ha sempre mantenuto uno standard elevato.

In tribunale, dice ancora RTL, l’azienda Natec ha negato di essere a conoscenza del fatto che l’uomo faccesse uso di stupefacenti. Il giudice ha confermato il licenziamento perchè il dipendente si sarebbe macchiato di comportamento grave già solo perchè assumeva droghe.