The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

La fondatrice del movimento ambientalista Urgenda, che ha vinto un caso giudiziario per forzare il governo a ridurre l’inquinamento, si è pronunciata nell’ambito della campagna contro l’uso delle biomasse.

“Per dirla in parole povere, è meglio usare gas e piantare alberi piuttosto che usare biomasse e abbattere alberi”, ha detto Marjan Minnesma al programma radiofonico Dit is de Dag. Il gas, ha detto, crea metà dell’inquinamento provocato dalla combustione delle biomasse. Le biomasse invece, secondo Minnesma, sarebbero un problema complicato perché ne esistono moltissimi tipi diversi e, in linea teorica, non ci sarebbe nessun problema nella creazione di combustibile o energia dalla combustione di materiale vegetale e resti di alberi.

Tuttavia, bruciare legna in sé non può essere la soluzione definitiva perché ci vuole troppo tempo per far crescere nuovi alberi, ha detto. “Se pensi che ci siano rimasti solo 10 anni [per fermare l’innalzamento delle temperature], allora gli alberi impiegano troppo tempo a ricrescere.” Al contrario, ha riferito, il governo dovrebbe focalizzarsi su pannelli solari e energia eolica, oltre che su impianti geotermici. Il gas dovrebbe quindi continuare a essere utilizzato per generare energia, ma su base temporanea.

La scorsa settimana il ministro degli Affari economici, Erik Wiebes, ha dichiarato che le biomasse continuano a svolgere un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi del governo in materia di cambiamenti climatici. Tuttavia, ha riferito, pubblicherà presto un elenco di requisiti che le biomasse dovranno soddisfare per essere davvero considerate energia verde. Due partiti governativi – D66 e ChristenUnie – hanno già chiesto la fine dei sussidi per le nuove centrali a biomasse.