Pic: Pixabay

Due società e tre dipendenti sono stati condannati a pene detentive sospese e multe (la maggior parte delle quali sospese) per il loro coinvolgimento nella crisi del fipronil del 2017, che ebbe come epicentro Olanda e Belgio dice VRT. Tuttavia, dovranno pagare milioni di euro.

La crisi ha provocato la distruzione di milioni di uova dopo che sono state trovate tracce di fipronil, un insetticida illegale nell’industria alimentare, utilizzato per pulire gabbie di polli e galline. Oltre alla distruzione di milioni di uova, anche milioni di polli sono stati abbattuti per impedire al fipronil di entrare nella catena alimentare. La crisi del fipronil fu particolarmente dannosa per l’industria avicola.

L’indagine ha scoperto che la società Poultry-Vision (che da allora è fallita) aveva mescolato il fipronil con un pesticida legale per creare un prodotto che combattesse l’acaro rosso in modo più efficace. Le autorità giudiziarie affermano che ciò è stato fatto deliberatamente e che il principale sospettato nel caso ha agito “per pura avidità”. L’Autorità Giudiziaria aveva chiesto pene detentive a 4 anni e sanzioni pecuniarie per 960.000 euro.

Tuttavia, il giudice è stato più indulgente di questo e ha inflitto al principale responsabile per la crisi del fipronil condanne da 18 mesi a 3 anni.   Nel frattempo, i colpevoli dovranno pagare milioni di euro di risarcimento alle aziende avicole che hanno visto distruggere allevamenti e uova.  L’importo totale del risarcimento dovuto supera i 20 milioni di euro, dice VRT.