Per gli studenti della Eindhoven University of Technology è richiesta le presenza fisica nel campus solo una volta a settimana. La maggior parte, però, non gradisce il contatto meno “reale” che avranno durante l’anno appena iniziato.

Due studenti, uno turco e l’altro bulgaro, attraversano il campus abbandonato della TU. Ieri mattina l’anno accademico è ufficialmente iniziato online. Normalmente, la prima settimana la piazza vicino all’edificio principale sarebbe stata molto affollata ma ora è vuota e tranquilla. I ragazzi hanno appena saputo che devono essere presenti nel campus solo un giorno a settimana. Il resto sarà gestito online, non in presenza.

“È triste” sospira uno dei due studenti. “Si inizia un percorso e ci si aspetta di conoscere persone nuove. Ma in questo modo non succederà in maniera così spontanea”. Naturalmente, capisco che le misure sono necessarie per prevenire la diffusione del virus. Ma un giorno alla settimana nel campus non è molto”. Il suo compagno di studi aggiunge: “Sarà un anno difficile. Non so ancora cosa farò nel tempo libero, se troverò qualcos’altro per compensare la mancanza di contatti sociali”. Non so davvero cosa fare… Penso solo che studierò molto duramente”.