Gli studenti internazionali sono in una posizione vulnerabile e sono trattati come studenti di seconda classe: questa è la conclusione dell’Interstedelijk Studenten Overleg (ISO) dopo un sondaggio in collaborazione con la National Student Union e l’Erasmus Student Network.

Questa vulnerabilità è in parte dovuta al fatto che sono così tanti, più di 100.000 e ogni anno diventano sempre di più, dice NOS.

Il sistema educativo in NL è allo stremo, dice il presidente dell’ISO Terri van der Velden a NOS Radio 1 Journal. “Devi cercare di limitare e controllare il grande flusso di studenti internazionali. A quel punto puoi anche guidarli e informarli meglio”.

L’ISO afferma che è importante garantire la qualità dell’istruzione. “Li fai semplicemente arrivare nei Paesi Bassi e poi vuoi anche dare loro una buona istruzione”.

Gli studenti stranieri non hanno le stesse opportunità degli olandesi all’inizio della loro carriera nei Paesi Bassi, afferma Van der Velden.

Secondo l’ISO, ciò è in parte dovuto alla mancanza di informazioni: ad esempio, il 70% per cento degli studenti internazionali non sa di avere diritto al finanziamento per gli studenti e al trasporto pubblico gratuito. Inoltre, non sanno esattamente come si fa a richiedere un’assicurazione sanitaria olandese in combinazione con un’assicurazione sanitaria europea.

Una delle cose più difficili per gli studenti stranieri è trovare un alloggio. In molti, incontrano molti problemi dal punto di vista dell’integrazione.

L’ISO afferma che il loro è l’unico monitoraggio credibile della situazione degli studenti internazionali e chiede uno studio più ampio sulla condizione di quel gruppo.