Il latte materno delle donne infettate dal coronavirus contiene importanti anticorpi contro il coronavirus. Ecco l’ultima scoperta dei ricercatori dell’Emma Children’s Hospital di Amsterdam UMC, scrive NU.nl.

Gli anticorpi erano ancora presenti anche dopo aver riscaldato il latte. Come spiegato dai ricercatori, questo è particolarmente importante poiché il latte materno è utilizzabile solo dopo essere stato pastorizzato.

Ulteriori ricerche permetteranno di capire se il latte materno possa essere usato per proteggere i gruppi vulnerabili contro il Covid-19. Tuttavia, il direttore dell’ospedale Emma Children, Hans van Goudoever, è ottimista. “Pensiamo che dopo aver bevuto il latte, gli anticorpi si leghino alle superfici delle membrane mucose. Lì, attaccano quindi le particelle del virus prima che entrino nel corpo.”

L’ospedale è attualmente alla ricerca di donne disposte a donare il loro latte materno. Secondo i ricercatori ne saranno necessarie almeno mille. Tra queste sono incluse anche le donne che non hanno contratto il virus o che non si sono rese conto di averlo contratto poiché asintomatiche.

Lo studio è stato condotto in collaborazione con la Banca olandese del latte materno, il Dipartimento di virologia sperimentale, il Centro per la ricerca e lo sviluppo Wageningen, l’Università di Utrecht, Sanquin e Viroclinics.