Le scuole dovrebbero riaprire subito dopo le vacanze di Natale e non dovrebbero richiudere, come misura per prevenire la diffusione del Covid. È questo l’appello lanciato dall’Unicef ​​Olanda, insieme a 59 organizzazioni: “Abbiamo imparato una dura lezione ormai, e cioè che chiudere le scuole nuoce al benessere di bambini e ragazzi”.

Altri firmatari dell’appello includono GGZ NL, Defense for Children, Emma Children’s Hospital di Amsterdam, l’Associazione Psichiatrica Olandese, Save the Children e V&VN Nurses.

Secondo le organizzazioni, l’interesse del bambino gioca un ruolo troppo irrilevante nelle considerazioni sulla politica Covid e questo stato di cose deve cambiare. I bambini vengono usati “come piede di porco”, ha dichiarato la direttrice dell’Unicef ​​olandese Suzanne Laszlo: “Questa pandemia deve essere risolta in primo luogo dagli adulti”.

Le sessanta organizzazioni, dice NOS, affermano: “Anche i minori sono responsabili della salute degli adulti, ma gli interessi dei bambini stessi vengono dimenticati”.

Il team di gestione dell’epidemia si incontrerà lunedì per formulare un avviso al gabinetto: il governo deciderà poi lo stesso giorno se le scuole riapriranno dopo le vacanze di Natale. Non è ancora chiaro in che direzione andrà la decisione.