La scalata di una montagna in Nepal, è diventata un affare di stato: la missione, chiamata “Spedizione Manaslu, sarebbe costata circa un milione di euro, secondo quanto racconta il Telegraaf sulla base di informazioni ottenute accedendo agli atti pubblici.

Nella primavera dello scorso anno sette ‘Mountain Leaders’ – così venivano chiamati in quanto guide montane che fanno parte di un corpo d’elite della Marina olandese, hanno scalato la montagna Manaslu -8,100 metri- in Himalaya. L’avventura è costata 923 mila euro. Le spese maggiori hanno incluso il contratto, di circa 280 mila euro, con una agenzia di viaggi specializzata, indumenti speciali per ogni membro del valore di circa 276 mila euro e il salario extra per i marines per un ammontare di 150 mila euro.

Il resto dei Corpi della Marina, che aveva subito il taglio dei costi nella Difesa negli ultimi sette anni, hanno reagito con sdegno. Molti si sono chiesti perché il comandante navale Rob Verkerk abbia permesso questa spedizione dal momento che misure austere erano state messe in atto per una migliore gestione del budget.

I leader della Marina hanno parlato del progetto Manaslu come http://pixabay.com/p-414/?no_redirect un esercizio militare molto importante per la difesa. Un portavoce di Verkerk ha spiegato al giornale che la spedizione era già stata approvata nel 2013. “ Il 90% dei costi erano già stati affrontati. C’è stata una discussione nella cabina di commando per bloccare la missione, ma si è trattato solo di un’azione simbolica”.