The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

PHOTOGRAPHY

Una mostra fotografica per mostrare i cambiamenti di Rotterdam

Le città non sono semplici raggruppamenti di case uniti da strade. Esse, infatti, possono essere considerate veri e propri esseri viventi, essendo in continuo mutamento. Non sono solo gli edifici e le strade a subirne, ma anche le persone stesse che ogni giorno circolano per le vie cittadine. Città e persone, dunque, mutano di pari passo, facendo parte dello stesso ‘organismo’. Spesso sono celebrate come vere e proprie persone, come ave fatto l’artista Dirkje Kuik per la sua Utrecht. La mostra fotografica al Nederlands Fotomuseum di Rotterdam,  curata dal fotografo Marwan Magroun, omaggia Rotterdam e i suoi abitanti.

Le fotografie selezionate per questa mostra, The Collection Illuminated by …, appartengono a  Ton den Haan, Robert de Hartogh, Carel van Hees e Peter Martens, oltre che allo stesso Magroun. Il periodo che hanno scelto di raccontare è quello tra gli anni ’70 e ’80. La città che mostrano è costituita da case demolite e lavori poco gratificanti. I soggetti degli scatti sono spesso bambini immigrati, dal Suriname per esempio, che vanno in giro per le vie di Rotterdam, come la Kruiskade o la Schouwburgplein, vestiti di stracci.

Il curatore della mostra, Marwan Magroun, è lui stesso figlio di immigrati. Le fotografie selezionate lo coinvolgono emotivamente, dato che in esse vede riflesso e rievocato il proprio passato. L’altro tema di questa mostra, come si è potuto intuire, è l’immigrazione. Lo scopo è anche quello di mostrare i rapidi cambiamenti che avvengono in essa e nella diversità.

La mostra è visitabile fino al 10 gennaio dell’anno prossimo.

Credit Pic: Pixabay