Michael Büker, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Il film bosniaco “Quo Vadis Aida”, incentrato sulla caduta di Srebrenica, è in corsa per l’Oscar e ha una chance di portare a casa la statuetta come miglior film straniero, dice NOS.

Il film è diretto dalla bosniaca Jasmila Zbanic ed è stato coprodotto con sette paesi europei, compresi i Paesi Bassi. La pellicola, dice NOS, mostra i giorni cruciali del luglio 1995 attraverso gli occhi dell’interprete bosniaca Aida, traduttrice per la forza di pace olandese delle Nazioni Unite Dutchbat, ma allo stesso tempo preoccupata di proteggere suo marito e i due figli.

La caduta di Srebrenica è una delle pagine più nere della storia recente: 20mila bosniaci musulmani vennero trucidati dalle forze serbe nel luglio 1995, nonostante gli olandesi avessero la responsabilità di vigilare sulla loro incolumità. L’episodio di Srebrenica è considerato il peggior atto di genocidio in Europa dopo la seconda guerra mondiale.

Diverse le polemiche da ex soldati del Dutchbat, non contenti del film perché sarebbero stati inclusi elementi di fantasia. Dion van den Berg, dell’organizzazione per la pace PAX, dal 1995 fa da mediatore tra i soldati Dutchbat e i sopravvissuti. Secondo lui, alcune cose nel film non sono realmente accadute, ma pensa sia “un film impressionante e importante”.

Il ruolo principale dell’interprete bosniaca Aida è interpretato dall’attrice serba Jasna Djuricic. Nonostante le polemiche sorte al riguardo in Serbia, l’attrice non ha esitato. “Noi artisti abbiamo ricominciato a lavorare insieme subito dopo la guerra e dato che lo scenario era perfetto, non avevo dubbi”, ha detto a NOS.

Uno degli altri ruoli principali è quello dell’allora comandante del Dutchbat Thom Karremans, interpretato dall’attore fiammingo Johan Heldenbergh: perché non un olandese ma un belga? Stando a Heldenbergh, la figura rimane ancora controversa e non ci sarebbero stati attori olandesi disponibili.

Attore Heldenbergh: “Non puoi raccontare una storia del genere senza pestarti i piedi, non importa quanto correttamente cerchi di farlo. Se il regista avesse difeso solo la parte bosniaca, sarebbe adorata nel suo paese. I serbi reagiscono negativamente, i bosniaci reagiscono negativamente e Dutchbat reagisce negativamente. Allora penso, quindi non può fare a meno di dire la verità “.