Un periodo di tolleranza per le piccole organizzazioni olandesi non avessero ancora adeguato i loro sistemi per affrontare la nuova legislazione UE sulla privacy nota come GDPR, ha detto a NOS il ministro della giustizia Sander Dekker.

La legislazione che entrerà in vigore oggi si applica a tutte le società e organizzazioni che “elaborano i dati personali”. Tuttavia, dice NOS, il ministro informa che le piccole organizzazioni non saranno immediatamente responsabili se non sono pienamente conformi al GDPR.

La questione riguarderà in primis le grandi aziende: se le informazioni conservate dovessero diventare pubbliche, in questo caso la faccenda si farebbe seria.

L’incarico di tutelare la conformità ricade sotto la responsabilità del garante Authoriteit Persoonsgegevens, che aveva già detto all’inizio di questo mese che non ha abbastanza fondi per monitorare correttamente GDPR.

Dekker ha dichiarato che non renderà disponibili nuovi finanziamenti a breve termine. Le sanzioni per le società che infrangono la legge possono ammontare a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato annuale. Le cifre pubblicate dalla piccola associazione di imprenditori MKB Nederland all’inizio di questo mese indicano che migliaia di aziende non sono ancora pronte a introdurre le nuove regole e il 30% non ne ha mai sentito parlare.

La corsa per rispettare la scadenza ha letteralmente sommerso le caselle di posta elettronica di mezza Europa con messaggi che invitano le persone a confermare la volontà o meno di continuare a far parte delle mailing list.