Il sottosegretario ai trasporti Steintje van Veldhoven, ha chiesto agli ispettori del ministero di esaminare se i conducenti del servizio Uber fanno utilizzare le loro credenziali  a drivers non qualificati.

L’emittente locale AT5 ha riportato la scorsa settimana che i conducenti sono abilitati a guidare accounts di altre persone e quindi raggirare i controlli rispetto alle licenze di quelli certificati. Van Veldhoven ha detto che il traffico con gli account Uber è “spiacevole”. È compito di Uber assicurarsi che gli account non vengano scambiati” ha detto. “E mi aspetto che Uber faccia il possibile per impedire che si ripetano queste cose.”

AT5 ha riportato che per usufruire di una licenza Uber è necessario un indirizzo e-mail, password e codice di conferma. La società se la prende con le leggi europee sulla privacy che non utilizzano il sistema di riconoscimento facciale.