The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

Tutto pronto a Padova per i “colori della vita” di Van Gogh

Una grande mostra dedicata a Vincent van Gogh (Zundert, 1853 – Auvers-sur-Oise, 1890) verrà inaugurata a Padova il 10 ottobre 2020 presso il Centro San Gaetano.

L’esposizione dal titolo Van Gogh. I colori della vita, organizzata e curata da Marco Goldin in accordo con la città di Padova, ospiterà 125 opere, di cui 78 del maestro olandese e le restanti di pittori il cui percorso creativo si è intrecciato in qualche modo con quello del maestro fiammingo.

Il tutto nell’intento di “inserire Van Gogh nel flusso del suo tempo, nella precisa relazione con altri artisti che per lui hanno contato. Un’esposizione che dunque non si ferma a una visione esclusivamente monografica, ma presenta l’opera del grande artista olandese con tanti approfondimenti non così usuali da vedersi, e in questo modo colloca quell’opera meravigliosa entro non abituali confini. Dai due anni nelle miniere del Borinage in Belgio, al tempo nel Brabante olandese, fino agli anni francesi che la mostra indaga in modo approfondito”, ha spiegato Goldin.

Tra gli artisti con cui potremo mettere a confronto l’opera di Van Gogh, spiccano Delacroix, Courbet, Millet, Hiroshige, Kunisada, Seurat, Pissarro, Signac, Guillaumin, Bernard, naturalmente Gauguin, e figure del Novecento da lui influenzate, come Francis Bacon.

La mostra, suddivisa in cinque sezioni (Il pittore come eroe; Gli anni della formazione. Dalla miniera di Marcasse all’Aia; Da Nuenen a Parigi. Un colore che cambia; Un anno decisivo, 1888; Di lune e nuvole. Van Gogh e la fine del suo viaggio), si presenta come la più grande tra quelle dedicate al pittore. Promossa da Linea d’Ombra e dal Comune di Padova, si avvale della collaborazione del Kröller-Müller Museum e del Van Gogh Museum, musei dai quali provengono alcuni dei migliori dipinti di Van Gogh: l’Autoritratto con cappello di feltro, L’arlesiana, Il seminatore, Il postino Roulen e molti altri.