La compagnia ferroviaria olandese NS ha trasportato il 4,6% in più di passeggeri nella prima metà del 2019, segnano un aumento più che doppio rispetto al previsto.

Il rischio, a questo punto, è che il sistema non possa più sostenere questo aumento vertiginoso e il limite massimo potrebbe essere raggiunto tre anni prima di quanto previsto; nel 2024 invece del 2017.

“Abbiamo bisogno di più fondi per far funzionare più treni”, ha dichiarato il capo della ferrovia Roger van Boxtel alla presentazione dei dati semestrali. “Noi e altre aziende di trasporto chiediamo un budget aggiuntivo per risolvere i problemi di infrastruttura entro il 2027.

La crescita è particolarmente forte nella città, in stazioni come Rotterdam, Schiphol e Leiden che segnalano l’aumento medio più elevato del numero di passeggeri, ha affermato NS.

Anche il traffico ferroviario internazionale è aumentato, con un numero di passeggeri in viaggio verso città come Bruxelles, Parigi e Londra in crescita tra il 10% e il 20%. Il ministro delle infrastrutture junior Stientje van Veldhoven ha affermato che il governo investe già molto nelle società statali. “E, naturalmente, guardiamo a dove possiamo concentrare i nostri investimenti per prenotare i risultati più veloci per i viaggiatori su strade trafficate”, ha detto all’emittente NOS.