L’Olanda sarà pure una nazione votata alla bicicletta,ma sono necessari almeno 3 miliardi di euro di investimenti extra per assicurare che i ciclisti coprano il 20% in più di chilometri entro il 2027, secondo una task force governativa al quotidiano AD.

Il Tour de Force, composto da 24 enti locali e gruppi di pressione, afferma che è necessario spendere denaro per incoraggiare il ciclismo urbano e garantire che le biciclette diventino parte di reti di trasporto regionale. L’organizzazione è stata istituita nel 2017 con l’obiettivo di aumentare il numero di chilometri percorsi in bicicletta di un quinto entro 10 anni.

Le organizzazioni affermano che è necessario fare di più per garantire che la bicicletta sia un modo “attraente e sicuro di muoversi, mantenersi attivi e divertirsi”. In termini concreti, ciò significa piste ciclabili più sicure per i pendolari e altri, un migliore accesso ai sistemi di noleggio biciclette e incoraggiare i datori a migliorare le loro strutture per i ciclisti, secondo l’organizzazione.

“Gli anziani, le persone con disabilità, i bambini e i nuovi arrivati ​​nei Paesi Bassi hanno tutti bisogno di stimoli per migliorare le loro capacità, in modo che possano usufruire dei vantaggi offerti dalle biciclette”, ha detto l’organizzazione.

Lo scorso anno il governo ha lanciato un importante sforzo per cercare di ridurre inquinamento e ingorghi promuovendo le biciclette. Circa 200.000 persone in più, ci si aspetta, saliranno in sella quest’anno per andare al lavoro, ha dichiarato il sottosegretario agli Esteri Steintje van Veldhoven.

Pay to pedal: il servizio di abbonamento con ruote blu Il piano prevede di incoraggiare i dipendenti a prendere la bicicletta, pagando loro 19 centesimi al chilometro in spese di viaggio se usano la bicicletta per andare al lavoro.

La metà delle auto in Olanda, non percorre più di 7,5 chilometri nel tragitto casa-lavoro.