I gestori di stazioni di servizio pompa nella regione di confine notano che ultimamente sempre più tedeschi fanno rifornimento nei Paesi Bassi. “Dato che lo sconto temporaneo sulla benzina è cessato in Germania, il rifornimento di carburante nei Paesi Bassi è ora molto più economico per parecchi tedeschi”, afferma il titolare della pompa Gerrit Heinen a De Heurne a Gelderland.

La sua stazione di servizio, proprio di fronte al confine, attira da giorni molti frontalieri: “Ora è 50/50 in termini di clienti”, afferma Heinen , a Omroep Gelderland. La metà è tedesca ora ed era il contrario prima. Inizialmente era più economico in Germania, ma i prezzi sono stati aumentati lì. Ecco perché è davvero affollato tutto il giorno

Anche l’associazione che riunisce i gestori di stazioni di servizio, nota che sempre più tedeschi fanno il pieno nei Paesi Bassi. “È logico che le persone optino per la benzina e il diesel più economici”, afferma un portavoce. Secondo l’associazione, la benzina in Germania era  più economica  ma ora le differenze sono maggiori perché la Germania ha abbassato temporaneamente il prezzo. Dall’inizio di questo mese, quello sconto è stati ritirato.

Nei Paesi Bassi, la riduzione delle accise su benzina, diesel e GPL, con il 21 %, continua fino a dicembre di quest’anno e forse più a lungo.