Alcune aziende di trasporto pubblico non possono più gestire l’orario a causa di assenze per malattia, di conseguenza, cricoleranno in futuro meno treni, autobus, tram e metropolitane. Secondo il presidente dell’OV-NL Gerrit Spijksma, il tasso di astensione dal lavoro è più alto del solito, principalmente a causa degli alti tassi di infezione.

La maggior parte delle compagnie di trasporto ha già ridimensionato il numero di corse all’inizio dello scorso anno, perché i viaggiatori erano molti meno. “Ora stiamo ridimensionando ulteriormente a causa della carenza di personale”, ha detto Spijksma a NOS Radio 1 Journaal. Inoltre, le compagnie non credono che aumenti il volume di viaggiatori nel breve periodo, scrive NOS. Dall’inizio della pandemia, i pendolari hanno iniziato a lavorare da casa e finora questo gruppo di viaggiatori non è tornato sui mezzi pubblici, osserva Spijksma.

NS, Connexxion, Arriva, NMBS, RET e GVB, tra gli altri, hanno modificato i loro orari negli ultimi giorni.